Area Professionisti

Archivi autore: Augusto Cavazzuti

Lo scorso 1° luglio in Gazzetta Ufficiale sono state pubblicate…

Leggi tutto

Tra le novità più interessanti della Legge di Bilancio 2019,…

Leggi tutto

[wr_row width=”boxed” background=”none” solid_color_value=”#FFFFFF” solid_color_color=”#ffffff” gradient_color=”0% #FFFFFF,100% #000000″ gradient_direction=”vertical” repeat=”full” img_repeat=”full” autoplay=”yes” position=”center center” paralax=”no” border_width_value_=”0″ border_style=”solid” border_color=”#000″ div_padding_top=”10″ div_padding_bottom=”10″ div_padding_right=”10″ div_padding_left=”10″ ][wr_column span=”span12″ ][wr_image el_title=”730 Precompilato” image_file=”https://www.areaprofessionisti.it/wp-content/uploads/2016/10/articolo-730.png” image_size=”full” link_type=”no_link” image_container_style=”no-styling” image_alignment=”inherit” appearing_animation=”0″ disabled_el=”no” ][/wr_image][wr_text text_margin_top=”0″ text_margin_bottom=”0″ enable_dropcap=”no” appearing_animation=”0″ disabled_el=”no” ]

Lo scorso 30 ottobre il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva il decreto legislativo riguardante le semplificazioni fiscali, in attuazione dell’art. 7 della delega di cui alla legge 11 marzo 2014, n. 23, la quale prevede l’introduzione della dichiarazione dei redditi precompilata per i pensionati e i lavoratori dipendenti. Secondo le stime dell’Agenzia delle Entrate 20 milioni di italiani dal prossimo anno non dovranno più consegnare il 730.

Questa norma configura un importante cambiamento nel rapporto tra contribuenti e intermediari, e si propone di “semplificare” il sistema fiscale. Sarà una vera “semplificazione”? Analizziamo il provvedimento con i suoi vantaggi e le possibili insidie.

Leggi tutto

10/10