Sulla Gazzetta Ufficiale n. 54 del 6 marzo è stato pubblicato il d.m. n. 205 del 3 ottobre 2014 che introduce il pagamento informa elettronica degli assegni bancari e circolari.

La normativa relativa agli assegni bancari e circolari in formato elettronico necessitava sia di un regolamento appunto il d.m. precedentemente menzionato, sia un completamento tecnico della Banca d’Italia tramite un apposito regolamento di prossima emanazione, che permetterà l’effettiva realizzazione della riforma.Si ha presentazione in forma elettronica quando il trattario o l’emittente ricevono dal negoziatore l’immagine dell’assegno (la copia dell’assegno su supporto informatico conforme all’originale cartaceo), oltre alle informazioni previste dall’atteso regolamento tecnico della Banca d’Italia.Il negoziatore, al fine di consentire i controlli di regolarità del titolo, dovrà trasmettere al trattario o all’emittente, su loro richiesta, l’immagine dell’assegno, non oltre il giorno lavorativo successivo a quello della presentazione.Di fronte al mancato pagamento dell’assegno elettronico, il protesto o la constatazione equivalente potranno essere fatti valere esclusivamente per via telematica secondo le modalità che verranno definite dal regolamento della Banca d’Italia.In riferimento alla sicurezza e correttezza della trasmissione dell’immagine dell’assegno, verranno definiti dalla Banca d’Italia i requisiti uniformi relativi ai moduli cartacei.